Benevento, a Natale puoi… regalarti un sorriso

917

Ora che anche la speranza si è frantumata in mille pezzi, guardare oltre non è cosa semplice. Deve farlo il Benevento, anche perché rivolgere lo sguardo al passato significherebbe macerarsi su un’eredità scomoda, rappresentata da 16 sconfitte in 17 partite e da un obiettivo salvezza ormai sfumato. Il campionato, però, va avanti e, a questo punto, la Strega ha almeno l’obbligo di onorarlo, di ridare smalto alle proprie credenziali e di provare a cancellare il disagio mostrato in questa avventura in Serie A che più disastrosa proprio non poteva essere. Così, per la sfida di questo pomeriggio a Genova (fischio d’inizio alle 15), il proposito diventa quello di tentare almeno di regalare un sorriso ai propri tifosi, a due giorni dal Natale. I supporter giallorossi (nonostante una classifica impietosa e un rendimento disastroso saranno in 140 i sanniti a prender posto nel settore ospiti dello stadio ‘Marassi’) sperano di scartare il proprio regalo con qualche ora d’anticipo: il dono più gradito, ovviamente, sarebbe la vittoria, ma già vedere una squadra all’altezza del compito che le è stato affidato non sarebbe male. La truppa giallorossa conta sul rientro di Fabio Lucioni che, dopo esser stato momentaneamente riabilitato dal Tna, può finalmente tornare in campo. Il capitano sarà titolare, prenderà il suo posto nella difesa a tre che De Zerbi dovrebbe schierare a ‘Marassi’: a completare il reparto, ci saranno Djimsiti e Costa. In mediana potrebbe rivedersi Viola dal primo minuto, anche perché i surrogati non è che hanno funzionato benissimo.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia