Benevento, è rivoluzione: via Baroni e Di Somma, c’è De Zerbi

0
678

Fine della corsa. Marco Baroni non è più l’allenatore del Benevento: l’esonero gli è stato comunicato nel pomeriggio di ieri, dopo che nella mattinata il tecnico aveva diretto il primo allenamento per iniziare a preparare la trasferta di Cagliari. Alla Sardegna Arena, però, non sarà lui a sedere sulla panchina giallorossa, ma Roberto De Zerbi che è ufficialmente il successore dell’allenatore toscano. A Baroni costa caro la sconfitta interna con la Fiorentina, la nona consecutiva in un avvio di campionato da dimenticare, ma in generale l’ormai ex tecnico del Benevento paga le scelte assai discutibili dell’ultimo periodo, il fatto di non esser riuscito a trovare i giusti correttivi a una fase difensiva da brividi e soprattutto la progressiva perdita di controllo dello spogliatoio. Per ora, comunque, Baroni resta vincolato al sodalizio di via Santa Colomba dal biennale che scadrà a giugno 2019 (con ingaggio di 600 mila euro a stagione) e intascherà la penale di 850 mila euro, prevista dal contratto in caso di interruzione anticipata del rapporto lavorativo, rispetto alla naturale scadenza del contratto. Oltre al tecnico, paga pure il direttore sportivo Salvatore Di Somma, anche lui sollevato dall’incarico ieri pomeriggio. Del resto, le trattative per cercare un sostituto di Baroni le ha condotte in prima persona il presidente Oreste Vigorito che, dopo il diniego di Reja e i dubbi di Cosmi, ha puntato con decisione su Roberto De Zerbi, un suo vecchio pallino sin dai tempi di Foggia. Per lui contratto annuale. Stamattina il primo allenamento al ‘Vigorito’, poi la partenza per la Sardegna: domani si gioca.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia