Bollette idriche, l’opposizione pensa a un Consiglio aperto

698

Nella giornata di ieri il gruppo di opposizione ha protocollato la richiesta di un consiglio comunale straordinario per la questione idrica. L’impennata delle tariffe compiuta da Gesesa sta ormai esasperando tutti gli utenti di quei paesi che un tempo rientravano nel complesso del Cabib. Una situazione che da più parti si sta considerando esasperante.
“Mentre gli altri paesi cercano di fare qualcosa, si attivano, si espongono, cercano di difendere i diritti dei propri cittadini, da noi, come al solito, non si muove una foglia. Non una sola parola è stata proferita per quanto riguarda la questione dell’acqua, e questo a noi sembra gravissimo, ma la cosa che fa più rabbia, sono tutte le parole spese sulla questione in campagna elettorale”.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia