Fumogeni in campo, due denunce ad Agnone

0
296
Genoa's Marco Rossi, left, addresses supporters as the Serie A soccer match between Genoa and Siena was suspended at Genoa's Luigi Ferraris stadium, Italy, Sunday, April 22, 2012. Siena beat Genoa 4-1 in a match that was suspended for about 45 minutes early in the second half due to protests. With their side trailing 4-0, Genoa fans threw flares onto the pitch and climbed atop barriers as they were faced by stewards in riot gear. After the fans calmed down, the match resumed and Cristiano Del Grosso scored an own goal for Genoa in the 79th. (AP Photo/Tanopress)

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Venafro hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Isernia, per i reati di tentata estorsione e ricettazione, un 30enne di Piedimonte Matese, in provincia di Caserta e un 50enne di Montaquila.
I due, dopo aver rubato due cani di razza Ariegeois, hanno contattato il proprietario, 52enne di Conca Casale, chiedendo per la restituzione una somma di 400euro. Ma non avevano fatto i conti con i carabinieri di Venafro che dopo aver teso la trappola hanno recuperato i cani, restituiti al legittimo proprietario, e incastrato i due malviventi.
Ad Agnone, invece, i militari hanno denunciato per lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazioni sportive e invasione di campo, rispettivamente un 35enne e un 30enne, entrambi della provincia di Campobasso.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia