Dissesto, serve una manovra da due milioni

0
471

Dopo il dissesto, la stagione dei tagli. Al Comune di Benevento la prima ipotesi di Bilancio stabilmente riequilibrato prevede una manovra correttiva da due milioni di euro. Una cifra considerevole per un Ente di un capoluogo di circa sessantamila abitanti e che pure è necessaria: il documento contabile deve riequilibrare ?stabilmente? (è l’avverbio che usa la Legge) i conti di Palazzo Mosti e deve farlo sul serio: il Bilancio post-dissesto dovrà essere prima approvato dal Consiglio comunale e poi sottoposto al vaglio decisivo del Ministero degli Interni che valuterà se gli obiettivi di finanza sono stati rispettati: un obbligo in un Ente dissestato.
La manovra richiederà sacrifici notevoli in tutti i settori di Palazzo Mosti.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia