La distanza tra formazione e mondo del lavoro, con le debite eccezione, è ancora tanta. Lo rileva l’approfondimento targato Anpal, Excelsior, Unioncamere: su 1.280 assunzioni previste dal monitoraggio da parte delle aziende entro marzo (170 in più rispetto marzo 2022) e le 3.630 tra marzo e maggio (90 in più rispetto lo stesso trimestre 2022), in 44 casi su 100 si prevede una difficile reperibilità e in 14 casi su 100 si prevede di assumere immigrati (solo il 17% sarà destinato a personale laureato).

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia