Salme cimitero Sant’Agata, completata la prima fase di recupero ma si continua a lavorare

1263

“Chiude” metà del cantiere presso il cimitero di Sant’Agata de’ Goti. Le ditte preposte, infatti, hanno completato le attività di estumulazione dei feretri che erano restati nella parte del blocco Longo non crollata. Poco meno di 150 i resti che sono stati spostati in diversa sede, taluni nella chiesetta cimiteriale, ulteriori in spazi in disponibilità dei congiunti. Resta ancora da lavorare, invece, nel torrente Pozzilli dove sono finiti i resti di 131 persone, 103 dei quali già recuperati e identificati.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia