Paleari 6: Dalle sue parti nel primo tempo c’è una tempesta: graziato da Coda, Aramu e Gudmundsson, la parata più bella è quasi ‘invisibile’ sul destro dell’ex Strega. Nella ripresa zero pericoli fino al cross che condanna i giallorossi.

Veseli 5: Il primo approccio è ricco di difficoltà contro una squadra che sembra vincere ogni duello, anche tra i più sporchi. Resta in piedi a fatica prima di risintonizzarsi con la sua difesa ma crolla ingenuamente a tempo scaduto.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia