Il solito dipinto che da Benevento-Ascoli presenta allo spogliatoio giallorosso e al suo allenatore sempre le stesse sfumature. È una Strega ancora una volta vittima delle disattenzioni, colpita dai suoi stessi cali di concentrazione, quella che saluta il San Vito-Marulla consapevole di aver lasciato due punti per strada, cancellando così la possibilità di allargare il divario che la separava dal fondo della classifica, occupato proprio dal Cosenza.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia