L’Arco che verrà. Saranno necessari 300 giorni lavorativi per il restyling finalizzato a riporre enfasi sul monumento simbolo della città, ripristinandone l’antico ruolo di porta di accesso, di spazio entro le mura. Sabato scorso, ultimo giorno dell’anno, l’affidamento al raggruppamento di imprese che si è aggiudicato l’appalto -De Masi srl. con sede legale in Napoli e Papa Service Sas di Ospedaletto d’Alpinolo -, dopodiché, nel corso della prossima settimana, il Rup, architetto Francesco Mainolfi, ha preventivato la consegna dei lavori per l’importo di 1.090.440,49 euro.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia