Il sipario che cala sul 2022 del Benevento porta con sé la rabbia e l’amarezza per un percorso casalingo contraddistinto dalle difficoltà. Un viaggio quello che la Strega ha affrontato in questo anno al Vigorito senza grandi gioie ma arricchito da una dose imponente di dolori distribuiti tra il finale della passata stagione e la prima metà di quella attuale, vissuta con Fabio Caserta e Fabio Cannavaro in panchina. Uno scenario da incubo che costringe il club giallorosso ad una virata netta con l’inizio del nuovo anno e con le prime notti del girone di ritorno a partire già da Benevento-Genoa, match d’esordio dei sanniti nel 2023 davanti al proprio pubblico.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia