Marevivo, ecco il bilancio del 2021

2

Roma, 10 gen. – (Adnkronos) – Campagne di sensibilizzazione, informazione e azione sul campo a tutela dell’ambiente; azioni di pulizia straordinaria, attività nelle scuole, sostegno e partecipazione in progetti innovativi. Anche nel 2021 non è mancato l’impegno di Marevivo che fa un bilancio dell’anno appena chiuso e che ha visto l’associazione ricevere, dal Senato della Repubblica, il Premio al volontariato 2021 per il suo impegno in difesa degli ecosistemi marini e per le battaglie contro l’inquinamento da plastiche e microplastiche nel mare. Ed ecco alcuni numeri dell’impegno dell’associazione nel 2021: 22.000 kg di rifiuti rimossi da spiagge, foci di fiumi e laghi; 4 km di reti abbandonate e 30.000 kg di pneumatici recuperati dai fondali; 800 kg di plastica risparmiata al mare grazie alla barriera sul fiume Platani.
E mentre prosegue l’impegno nel comitato di gestione dell’Area Marina Protetta di Capo Milazzo, (l’ultima nata tra le aree marine protette), l’associazione non ha fatto mancare il proprio impegno anche ‘a terra’: ad esempio, grazie alla campagna “Piccoli gesti grandi crimini 2021”, le città che hanno aderito hanno ridotto del 53% la quantità di mozziconi abbandonati. E sono state 15mila le bottiglie di plastica recuperate grazie agli eco-compattatori. Sul fronte normativo, grazie anche all’impegno di Marevivo la legge Salvamare, attesa da tre anni, è in dirittura d’arrivo, e dopo una lunga battaglia l’associazione ha ottenuto l’inserimento dei bicchieri di plastica nella direttiva europea Sup che prevede il divieto di alcuni articoli monouso.
Numeri che parlano di un impegno costante a tutela dell’ambiente, ma “nulla sarebbe possibile senza il supporto di soci, volontari, donatori, istituzioni, partner, associazioni sul territorio e a chi con grande sensibilità ha contribuito alla realizzazione e al successo delle nostre iniziative. A loro va il nostro ringraziamento più sincero”, sottolinea l’associazione Marevivo.