Assoluzione rispetto a quattro capi di accusa con la formula piena del “fatto non sussiste” e da un quinto perché la fattispecie non costituisce reato. Queste – ad esito del rito abbreviato – le pronunce per Andrea Rame, imprenditore 38enne di Montesarchio.

L’articolo completo su Il Sannio Quotidiano di oggi – Acquista qui la tua copia