Sanità: Grillo, ‘spero ok Salvini a forze ordine negli ospedali’

0
1

Roma, 13 giu. (AdnKronos Salute) – La richiesta della presenza di forze dell’ordine negli ospedali per tamponare gli episodi di violenza ai danni degli operatori sanitari “era una mia richiesta che purtroppo allora il ministro dell’Interno non volle mettere nella legge. Mi fu assicurato, però, che nell’operazione ‘Strade sicure’ sarebbero stati individuati, con l’ausilio delle Regioni, alcuni presidi da controllare per l’appunto, anche con le forze dell’ordine. Però di fatto ad oggi ciò non è ancora accaduto. E purtroppo su questo posso solo chiedere. Se i ministri interessati Salvini e Trenta, ma soprattutto Salvini (perché Strade sicure sta sotto il suo dicastero) non mi aiutano, io non posso fare molto. Mi auguro che come già promesso si vada avanti in questa direzione”. Lo ha affermato il ministro della Salute, Giulia Grillo, uscendo dal Comitato centrale della Fnomceo, dedicato ai provvedimenti per fermare la violenza contro gli operatori sanitari.
La prima bozza del ddl antiviolenza voluto dal ministro Grillo, e oggi fermo in Commissione Igiene e Sanità del Senato, prevedeva i presidi delle forze dell’ordine negli ospedali. Un’ipotesi però ‘cassata’ all’epoca e che ora potrebbe tornare.