Roberto Race: “I governi europei si impegnino nel creare condizioni di salute migliori per tutti nel mondo”

Berlino, 19 mag. (Labitalia) – “I governi europei si impegnino nel creare condizioni di salute migliori per tutti nel mondo”. A dirlo Roberto Race, segretario generale del think tank Competere, laboratorio di esperti che aiutano imprese, associazioni ed enti pubblici e privati a posizionarsi a livello internazionale ed istituzionale, che ha rappresentato l’Italia al B20 Health Initiatives di Berlino. “E’ importante -spiega a Labitalia- che l’Italia faccia la sua parte con un impegno concreto del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, delle aziende e tutti i principali attori della filiera della salute a partire dall’Istituto superiore di sanità”. (video)
“In un mondo in cui le diseguaglianze economiche alimentano conflitti e criticità -sostiene Race- l’obiettivo di migliorare le condizioni di salute per tutti dovrebbe essere una priorità di tutti i governi e delle multinazionali”. “Solamente i sistemi sanitari -chiarisce- che incentivano l’assunzione di medicinali innovativi e ne garantiscono un’ampia accessibilità, contribuiranno ad uno sviluppo sociale resiliente, sostenibile e orientato al futuro”.
“I membri del G20 -auspica il presidente di Competere, Pietro Paganini-dovrebbero valorizzare l’innovazione in tutte le sue forme, incoraggiare la natura continua e costante della ricerca e dello sviluppo, poiché spesso, con un piccolo passo dietro l’altro si può giungere a dei progressi importanti, soprattutto in medicina, con un guadagno sostanziale per i pazienti”.